Posted in Uncategorized

Comunicazione Facilitata,continua la vergogna. La presa di posizione degli studenti della Syracuse University

Gli studenti della stessa Syracuse University , nota per aver divulgato ed usato la Comunicazione Facilitata, con questo interessante ed importante editoriale, prendono le distanze dalla posizione della loro Università, condannando aspramente la CF.
Di seguito l’editoriale del Daily Orange, tradotto da Cristina Bonatti che ringrazio pubblicamente.

Schermata 2016-04-18 alle 18.07.01
“Non è giustificabile, e in egual misura imbarazzante, per la Syracuse University ,come ente di ricerca, stare dietro alla Comunicazione Facilitata a dispetto del fatto che sia una pratica potenzialmente capace di distruggere una vita e che sia stata empiricamente smascherata.

CF è stata divulgata negli Stati Uniti da Douglas Biklen, ex Preside della Scuola di Educazione della Syracuse University, oggi dopo 25 anni di prove che screditano la pratica, l’Ufficio della Comunicazione e dell’Inclusione dell’Università, conferma la controversa opinione che la CF sia un valido metodo di comunicazione per studenti non-verbali. La pratica, in cui un facilitatore formato sostiene il braccio, il dito o la spalla dll’utilizzatore di puntare delle lettere o formare delle frasi usando una tastiera, è pericolosamente fuorviante e permette al facilitatore di ottenere consensi da parte delle persone disabili ad avere rapporti sessuali e persino ad accettare la propria morte, come risulta dagli atti di accuse di stupro o assassinio  (puoi leggere tutto in questo articolo qui ). Recentemente i fallimenti istituzionali della Syracuse University sono diventati di pubblico dominio a causa del caso eclatante di Anna Stubbelfield, un caso secondo gli esperti che non sarebbe mai accaduto se non a causa della CF promossa dalla Syracuse University. Il caso trovò la Stubbelfield colpevole con l’aggravante della violenza sessuale, dopo che lei aveva seguito le istruzioni della CF che aveva imparato alla Syracuse University dove si era specializzata come facilitatore.

Per la Syracuse University essere in prima linea in tale pratica è stridente come controproducente, poiché all’apparenza fa vedere come l’università voglia essere associata ai termini di diversità, inclusione e accessibilità e principalmente gli utilizzatori della CF non-verbali sono disabili con autismo, ritardi mentali e paralisi celebrali.

Il sito web dell’istituto mostra diversi studi ufficiali usati come prove per difendere il metodo. Ma Jim Todd, uno psicologo dell’Eastern Michigan riferisce che le ricerche imprecise citate dalla Syracuse University come “gli studi più incompetenti sullo sviluppo delle disabilità.

L’università si vanta di essere un istituto di ricerca di alto livello e dovrebbe, qui di, riconoscere il grossolano errore fatto come un’opportunità per riallinearsi con i risultati sostanziali e rivalutare lo spazio del campus dedicato alla CF. Ma continuare ad avere la CF al campus come rinforzo istituzionale ed una pratica valida in un terreno sconosciuto e oscuro di studio, porterà solo vergogna all’Università.”

Interessante il video sotto, è in inglese, ma vi prego di andare al minuto 26 e vedrete come empiricamente si dimostri che a scrivere è il facilitatore.
Semplicemente si mostra una carta diversa al facilitatore, rispetto al facilitato . Il facilitatore lo ignora ed il facilitato, tutte le volte, scrive come risposta, la carta vista dal facilitatore.
Video sulla Comunicazione Facilitata.
Schermata 2016-04-18 alle 17.54.29
Comunque se qualcuno avesse voglia di tradurre questo articolo sulla Comunicazione Facilitata, è davvero interessante.

Per questo motivo rinnoviamo il nostro invito a Davide Faraone ed a tutto il MIUR  che puoi leggere qui -Chi permette l’uso della CF nelle scuole?

Advertisements

One thought on “Comunicazione Facilitata,continua la vergogna. La presa di posizione degli studenti della Syracuse University

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s